Cerca nel blog

Aforisma del giorno

SINTOMI DELLA DEPRESSIONE

Quali sono i sintomi della depressione? Come fai a sapere se sei realmente depresso? Bisogna vedere quali sintomi hai, la loro frequenza ed il tempo in cui sono iniziati.
La depressione non è semplice tristezza con cicli saltuari, ma è un profondo stato negativo dell'umore, in questo caso si parla quindi di patologia.
La depressione è una malattia! La tristezza, l'ansia, lo stress, ecc... sono degli elementi 'normali' della vita quotidiana, sempre che la loro frequenza ed intensità non raggiungano livelli alti, anche se a volte sono compresi nella depressione.

SINTOMI DELLA DEPRESSIONE


Episodio Depressivo maggiore

Secondo il DMS IV (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) devono essere presenti 5 o più dei seguenti sintomi durante lo stesso periodo di due settimane e rappresentare un cambiamento rispetto alla funzionalità precedente; almeno uno dei sintomi deve essere l'umore depresso o la perdita di interesse o di piacere.
  1. Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno, come indicato sia da un'osservazione soggettiva (sentirsi tristi o vuoti), sia osservato da altri (apparire piangente)                 N.B.: In bambini o adolescenti può essere osservata irritabilità.
  2.  Marcata perdita di interesse o di piacere in tutte o quasi tutte le attività per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno (come indicato sia da un'osservazione soggettiva, sia osservato da altri).
  3. Significativa perdita di peso (quando non a dieta) o aumento di peso (per esempio un cambiamento di più del 5% di peso corporeo in un mese), o diminuzione o aumento dell'appetito quasi ogni giorno - N.B.: In bambini considerare anche il mancato aumento ponderale atteso.
  4. Insonnia o ipersonnia quasi ogni giorno.
  5. Agitazione o rallentamento psicomotorio quasi ogni giorno (osservabile da altri, non sensazioni meramente soggettive di di incapacità di rimanere fermo o di essere rallentati).
  6. Perdita di energia o stanchezza quasi ogni giorno.
  7. Sentimenti di mancanza di valore o di colpa eccessiva o inappropriata (che può essere delusionale) quasi ogni giorno (non meramente auto-punitivi o sul fatto di essere malati).
  8. Diminuita capacità di riflettere e concentrarsi , o indecisione, quasi ogni giorno (sia sensazioni soggettive, sia osservabili da altri).
  9. Pensieri ricorrenti di morte (non solo paura di morire), ricorrenti ideazioni di suicidio senza un piano specifico o tentativi di suicidio o piani specifici di suicidio.

Scarica Gratis
"Un aiuto per combattere
depressione e ansia"

Clicca qui!




Nei casi più gravi ci sono pensieri suicidi (punto 9), che tra l'altro avevo anch'io. Hai riscontrato di avere i sintomi della depressione? La buona notizia è che si può vincere la depressione con una cura mirata.
FREQUENZA
La frequenza di uno o più sintomi è alta nella depressione, ad esempio la disistima potrebbe essere il motivo principale e continuo nella vita del depresso. Altri sintomi, come la perdita o l'aumento di peso possono essere assenti o meno frequenti.
TEMPO
Per essere depressi occorre che siano passate, secondo alcuni psicologi, almeno due settimane da che sono iniziati i sintomi della depressione suddetti. E' quindi indispensabile curarla agli inizi così la guarigione sarà più veloce e ci saranno meno ricadute.
AIUTI
Oltre che a cercare una psicoterapia, alcune cose che possono esserti d'aiuto è far uscire fuori quali sono le tue emozioni e i tuoi sentimenti parlandone con qualcuno di cui ti fidi, se sei un adolescente confidati con i tuoi genitori, loro hanno a cuore il tuo bene.

Un altro metodo è tenere un diario dove descrivere come ti senti, in questo modo la depressione non sarà più qualcosa di misterioso che ti tiene soggiogato, ma qualcosa di ben definito.

Anche porsi delle mete, fare esercizio fisico, avere qualche hobby o altri strumenti presenti in questo blog possono esserti d'aiuto. Naturalmente sono molte altre le cose che potresti fare e le troverai nell'ebook 'Al di là della depressione' che ho scritto.

Hai anche tu i sintomi della depressione? Quali altre cose ti hanno aiutato a combattere la depressione? Oppure se hai la depressione cosa vorresti sapere? Scrivi pure il tuo commento, sarà apprezzato!

6 commenti:

  1. Ciao,
    mi sono imbattuta in questo blog perché, dopo una giornata terribile in cui non sono riuscita a smettere di piangere, mi sono messa a leggere ossessivamente di depressione e a consultare i libri che ho a disposizione a casa. Ho cercato qualcuno che ne scrivesse e con cui entrare in contatto per capire quanto questa condizione sia condivisibile al di fuori della propria cerchia privata. Di solito lo studio mi aiuta. oggi non è bastato, e sono alla disperazione. Sono una studiosa, scrivo, ho elevati titoli di studio ma sto vivendo un periodo infernale di vita che non riesco a gestire emotivamente e psicologicamente. Fingo, so farlo benissimo, perché ho paura che gli altri si accorgano che sto così male. Ma ormai la finzione non tiene più. Soprattutto perché le cause cosiddette ambientali che mi hanno portato a questo punto sono una ragione oggettiva di questo stato, oltre alla tipica disistima che noi donne viviamo ogni giorno dentro la nostra pelle e che soltanto con grandi successi personali riconosciuti socialmente può essere controbilanciata. Non dico che gli uomini siano immuni dalla disistima, vorrei soltanto sottolineare che per le donne essa è uno stato quasi permanente, soprattutto quando la sua insorgenza è una risposta a un insuccesso professionale e lavorativo oggettivo (e purtroppo io sono in questa situazione). Dei criteri del DSM-IV che ho applicato alla mia situazione, sono riscontrabili praticamente tutti nelle ultime settimane. Non ho mai fatto uso di farmaci, né mi sono mai sottoposta a terapie psicologiche. Perché mi sono sentita sempre forte abbastanza da contrastare la depressione da sola: forte della cultura che avevo, forte della mia vita strutturata. Ma ora non basta più, perché la vita che vivo è ormai destrutturata, è come un puzzle che sia andato in pezzi. Tutta la mia presunta conoscenza, tutta la mia cultura non mi stanno aiutando e mi sento persa, bloccata, in scacco.
    Credo che blog di questo tipo siano molto utili e soprattutto aiutino a orientarsi su un tema così importante come questo. Per ora ho smesso di piangere...

    RispondiElimina
  2. Ciao, grazie per la tua testimonianza!
    Sai purtroppo la depressione non si combatte da soli proprio perché uno dei sintomi è l'anedonia e comporta la riduzione della nostra forza di volontà. Un altro fattore che no gioca a nostro favore è che occorre acquisire conoscenza 'specifica', mirata a questo genere di disturbo dell'umore per poterlo contrastare.

    Come forse avrai già notato ho scritto un ebook al riguardo che parla proprio di questo tipo di conoscenza che dobbiamo assolutamente acquisire.

    Un altro passo è sicuramente intraprendere una psicoterapia poiché ifarmaci possono servire solo per un periodo iniziale, ma non vanno all'origine del problema.

    Il fatto che tu abbia smesso di piangere dopo aver letto queste informazioni potrebbe dimostrare ciò che ho detto poco più in alto, cioé il bisogno di conoscenza è indispensabile per affrontare questa terribile morsa che è la depressione.

    Grazie ancora per il tuo commento, sentiti libera di intervenire quando vuoi!

    Un caro saluto.
    Salvio

    RispondiElimina
  3. Salve,

    Oggi ho necessità di appoggiarmi a qualcuno anche se non lo vedo.
    Mi sento stanco, depresso, inutile, ed insoddisfatto.
    Sono stato costretto a venire a Milano in una città che odio totalmente, ripudio questa gente, vivere qua é orribile.
    Sono costretto per lavorare,oltre a questo un lavoro mediocre che non mi da soddisfazioni, in cui ogni giorno vengo deriso ed umiliato nonostante abbia maturato esperienze importantissime, fatto master, scritto per importanti giornali fiscali, ma questo non interessa, trovi analfabeti totali che ti mancano di rispetto, che non sanno nulla...e tu ogni giorno devi stare zitto...non puoi parlare...non puoi dire nulla altrimenti sei costretto ad andare a casa disoccupato.
    Non ho una casa mia, sono stato cacciato dalla mia città da un sistema di racccomandazioni e politica, non ho una lira, i miei genitori non mi possono aiutare, devo fare tutto da solo, spesso non riesco neanche a mangiare bene...vivo solo, non ho una donna, le donne mi ripudiano, sono povero e non ho soldi per farle stare bene...
    Io ce la metto tutta, ma nulla, la vita mi lascia sempre qua, non mi da mai nulla, non mi premia mai, non vedo l'arrivo...
    E penso sinceramente perché devo essere venuto al mondo, perché devo vivere in questo modo, perché devo essere costretto ad andare avanti in questo modo.......
    SOLO SACRIFICI, SOLO PROBLEMI, SOLO LAVORO, LAVORO, LAVORO, MAL PAGATO POI IN RELAZIONE ALLE CAPACITA' ED AL CV.
    HO PERSO ME STESSO, HO PERSO ME STESSO...NON SO COME TORNARE A SORRIDERE NON SO COME TORNARE A VIVERE, NON SO COME SUPERARE QUESTO MOMENTO

    LA VITA IN FONDO FA SCHIFO E TUTTI LO SAPETE OGNI GIORNO CI SBATTEZZIAMO PER RADDRIZZARE RAPPORTI SENTIMENTALI FINITI PRIMA CHE COMINCIASSERO, PER MANTENERE FIGLI CHE TI DISCONOSCERANNO, PER FAR FINTA DI AMARE DONNE PER LE QUALI NON SEI PIU NEANCHE UN BUON AMICO, PER RISPETTARE DATORI DI LAVORO CHE UCCIDERESTI E QUINDI ? QUAL'E IL RISULTATO ?

    SIAMO TUTTI DEI POVERI DIAVOLI CHE CI AFFANNIAMO PER CREARE UNA POSITIVITA FITTIZZIA QUANDO IN FONDO SIAMO CRONICAMENTE INFELICI E DEPRESSI...QUESTA E' LA VITA...MEGLIO MORIRE, MEGLIO NON INIZIARE..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace molto per come ti senti.
      Non posso dirti cosa dovresti o non dovresti fare in questi momenti.

      Posso solo dirti cosa ho fatto io nei momenti bui: mi sono 'costretto' a pensare ai miei successi (piccoli o/e grandi) e a ciò che trovavo di positivo ogni giorno (anche piccole cose).

      E tutto ciò giorno dopo giorno senza demordere. E nel mio caso ha funzionato. Naturalmente ho usato anche altri strumenti che ho appreso durante la psicoterapia e molti sono presenti in questo blog.

      Grazie per aver condiviso il tuo stato d'animo.

      Elimina
    2. leggendo di voi...mi sento ancora più piccola e stupida. Mi rendo conto che anche i miei problemi sono inutili. Bhè, aiutatemi a risolverne solo 1 e poi non vi chiederò più nulla: come faccio a smettere di piangere? Non me lo posso permettere, non posso essere debole davanti agli altri. faccio un lavoro che mi porta sempre a contatto con la gente, ma io nn ce la faccio. per favore, datemi solo questa dritta e non vi stresso più. Grazie. Titina.

      Elimina
    3. Ciao Titina! Molto probabilmente il tuo pianto non è che un riflesso dei tuoi pensieri di disistima (Attenzione! Prima chiedi al tuo medico, potrebbe essere anche una disfunzione ormonale o simili).

      Io lavorerei sui Pensieri Automatici Negativi (PAN) del tuo 'dialogo interiore'.

      Auguri!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...