Cerca nel blog

Aforisma del giorno

LE PAURE

Sei davanti ad alcune persone e devi parlare: ti senti come paralizzato? Non riesci proprio a resistere, devi scappare davanti ad un ragno?

Nel primo caso si parla di ansia da prestazione, nel secondo di fobia, ma hanno un comune denominatore: la paura.

La paura è una risposta fisiologica al pericolo (reale o immaginario) ed il modo migliore per gestirla è di riconoscerla, accettarla e considerare le conseguenze. Quali sono alcune tappe per poterlo fare?


  • Identifica la situazione che suscita timore
  • Scrivi le conseguenze che si rischiano
  • Decodifica: da quali sentimenti è composta la mia paura?
  • Sviluppa un piano d'azione per affrontarle
  • Cerca le informazioni necessarie per attuale il piano d'azione
  • Verbalizza o scrivi le paure
  • Visualizza te stesso mentre affronti con successo la paura (rehearsal immaginativo)
  • Datti sicurezza cercando le situazioni in cui hai già avuto successo nell'affrontare la paura
  • Una volta superata fatti le congratulazioni e ricorda il successo per affrontare un'altra paura
Se ad esempio hai la paura di parlare di fronte ad un gruppo di persone numeroso scrivi quali sono le tue paure: "Poi penseranno male di me!...Si accorgeranno che non so parlare!...Farò una figuraccia!...ecc..."

Di quali sentimenti è composta? Paura, vergogna, ...

Piano d'azione: voglio parlare in pubblico parlando di cose interessanti.

Informazioni: Rispondi alle seguenti domande: Quali argomenti devo trattare? Qual è l'interesse principale delle persone a cui parlerò? Come posso trattare del materiale veramente informativo? Cerca tutte queste informazioni. Il segreto sta nella preparazione: più sarai preparato più sarai sicuro.

Ora immagina di fare il discorso in pubblico con successo: Quali sensazioni provi? Come ci sei riuscito? Quali sono le tappe che hai seguito? Riproduci tutto questo nell'evento reale!

Ricorda i successi già conseguiti : "Avrò successo come quella volta che..."

Una volta che avrai fatto il discorso hai due opzioni:
  1. Se è andato bene devi dirti: "Bravo, ce l'hai fatta!" e ricordati questo successo.
  2. Se è andato male devi dirti: "Cosa non ha funzionato? Cosa devo modificare? Occorre più preparazione? Datti da fare per acquisire le informazioni.
Se la vostra paura o fobia è sproporzionata probabilmente si tratta di un 'elastico' ovvero di un ciclo emozionale nato in passato (probabilmente nell'infanzia) e mai 'chiuso'. Se si tratta di fobie allora c'è un interessante esercizio di visualizzazione che puoi fare.
Se per esempio hai paura dei topi:
  • Fai la respirazione rilassante 
  • Visualizza un topo davanti a te e compi queste attività:
    • Fagli fare qualche passo avanti, poi indietro e poi dai lati
    • Cambiagli colore: rosa, giallo, verde, ecc...
    • Ingrandiscilo, rimpiccioliscilo...
    • Immagina che voli, nuoti, giochi a tennis...
    • Fagli cantare la tua canzone preferita
    • ecc...
Potrebbe sembrare un esercizio banale invece è molto efficace per superare una fobia, perché toglie la 'drammaticità' all'oggetto da noi temuto. Prova per credere!

Nella depressione sono presenti diverse paure: dell'opinione altrui, del futuro, ecc... Applicare i consigli della parte iniziale del post può essere d'aiuto.

Ti è piaciuto questo articolo? Come hai affrontato le tue paure? Commenta pure!
Accedi anche alle risorse gratuite: Clicca qui!

4 commenti:

  1. questo esercizio è interessantissimo.
    Io ho una fobia che mi porto dietro da tanti anni.
    E questo esercizio, in effetti, non mi riesce così facile.
    Anzi alcuni "movimenti" non riesco a visualizzarli ....
    ...ci lavorerò un po' su ....

    grazie!

    RispondiElimina
  2. Grazie a te Lady'n Black, mi fa piacere che tu abbia commentato. Mi raccomando allenati!

    RispondiElimina
  3. Ho la fobia di ogni animaletto più piccolo di un topo...
    Ci convivo da sempre. Se sono sola cerco di reagire per eliminare l'animaletto come posso....se non sono sola lo faccio fare immediatamente da chi è con me! E' una fobia lo so...ma non riesco neanche lontanamente ad immaginarmi chiusa in un ascensore o in auto con un ragno enorme..un pipistrello..o altro!
    Non credo che ormai mi passerà mai...Non li guardo neanche in tv!!Sono spaventata più da una enorme ed innocua zanzara che da quelle piccole che mordono!!!
    Sono rassegnata....
    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, prova a fare l'esercizio di visualizzazione proposto in questo articolo per un periodo superiore ai 30 giorni e poi dimmi se le cose sono cambiate. Auguri ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...