Cerca nel blog

Aforisma del giorno

AUTOSTIMA E CREATIVITA'


"Guarda, non riesco proprio a descrivere come mi sento!"

Hai mai detto o pensato questa frase? Se hai la depressione o crisi d'ansia: hai mai provato sentimenti forti e non saperli esprimere a parole? Vuoi aumentare l'autostima?
Esiste uno strumento che ti possa aiutare al riguardo? La risposta è sì!

Se non riesci ad esprimerti con le parole fallo con il disegno!
Forse dirai: "Ma io non so disegnare!" Non fa niente, questo esercizio lo può fare chiunque, il disegno in questione non deve essere un opera d'arte.


Ma come funziona? Ebbene, si tratta di rappresentare con un primo disegno quello che stai provando. Faccio un esempio: "La mia stima è bassissima! Mi sento insofferente, tutto mi da fastidio!" Il mio disegno può consistere in un simbolo, una o più persone che compiono un'azione, può essere a colori oppure in bianco e nero. Dopo fai una descrizione del disegno che ti rappresenta ed in fine dagli un titolo. L'esempio suddetto posso rappresentarlo in questo modo:

FRAGILE
Descrizione: il disegno rappresenta il mio stato emotivo, sono insofferente, mi sento fragile, vulnerabile!

Il secondo disegno rappresenta la soluzione, cioè come vorresti fare per non sentirti così, sempre seguendo le stesse regole del primo disegno. La seconda rappresentazione potrebbe essere la seguente:

IL VOLO
Descrizione: vorrei vedere le cose da un'altra prospettiva, poterle analizzare e controllare i sentimenti.

Il terzo disegno rappresenta come ti vedi dopo aver superato il problema di autostima, seguendo le regole suddette, ad esempio:

ENERGIA
Descrizione: sento sprizzare energia da tutti i pori. Sono euforico per essere riuscito a vedere il problema da un'altra prospettiva e controllare i miei sentimenti negativi!

La chiave d'interpretazione delle tre immagini è semplice:
  1. Il primo disegno rappresenta l'autovalutazione, ovvero come ti vedi in quel momento;
  2. Il secondo disegno rappresenta la tua soluzione (eh già: era dentro di te!);
  3. Il terzo disegno è la proiezione di te stesso nel futuro quando risolverai il problema, cioè quali emozioni proverai e la nuova autovalutazione.

Questo strumento ti permette di esprimere le emozioni non lasciandole 'ribollire' in te. L'esternarle in modo corretto è sempre positivo. E' anche un esercizio terapeutico: da motivazione e grinta per poter risolvere i problemi di autostima (collegata anche a depressione), oltre a farti accedere a risorse (coping) interne che prima erano nascoste.

Quando farai l'esercizio ricorda di commentare qui come ti sei sentito. Commenta in ogni caso se ti è piaciuto questo strumento o meno! Grazie!

8 commenti:

  1. Ciao Salvio!
    Non male questo esercizio, mi può tornare utile perchè uno dei miei scogli è proprio quello di non sapere a volte, dare un nome alle emozioni. Lo terrò a mente!
    Lo hai inventato tu o è di una qualche teoria psicologica?
    ps: grazie per il commento e... sì, ho combattuto contro una mia paura e so che pian piano la sensazione di disagio sarà sempre meno! Grazie, a presto.

    RispondiElimina
  2. Ciao Mia Wallace, grazie per aver commentato!
    No la tecnica non è mia la usano alcuni psicologi nelle sedute terapeutiche. Cerco sempre di dare informazioni che provvengono da fonti sicure! A presto!

    RispondiElimina
  3. io quando sn depressa disegno sempre una casa,dietro le montagne,la strada,i fiorellini.M sapreste dire che cosa significa.Per un periodo ho fatto decoupage.Quest'anno ho creato le palline di natale con la stoffa,( mi sentivo soddisfatta).Però quello che mi da la musica nn me la dà nessun' altra cosa.Amo cantare e ballare.Solo così riesco a sfogarmi....

    RispondiElimina
  4. Ciao e grazie per il commento!

    L'interpretazione psicologica dei disegni dipendono dal contesto, ad esempio una casa (molte volte rappresenta l'"io") grande nel centro del foglio e con le finestre aperte potrebbe significare un apertura verso la vita, un senso di felicità. Una casa piccola in un angolo del foglio potrebbe significare isolamento, difficoltà ad aprirsi!

    Continua con la musica: è terapeutica!

    Ciao!

    RispondiElimina
  5. Ciao Salvio!

    Ho scoperto solo ora questo blog e ne sono felice, perché non mi sento sola!

    ...è da circa 15 anni che soffro di depressione e le ho provate tutte, ma sono sempre alla ricerca di quel che non conosco per vedere se trovo la luce!

    Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta nel mio Blog!
      Leggi pure attentamente ogni post... può darsi che troverai le tue risposte. Un abbraccio!

      Elimina
  6. Ciao! Ho scoperto il blog per caso e ho fatto questo esercizio. Devo dire che non mi sono sentito molto bene, mi è rimasta addosso la sensazione del primo disegno e, pur facendo attentamente e con un'idea precisa gli altri due, non mi sono stati di grande aiuto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ci si analizza a volte può capitare di non sentirsi a proprio agio. Ciò vuol dire che abbiamo alcuni 'nodi' da sciogliere con noi stessi.
      Ma è solo attraverso un 'incontro' con noi stessi che affrontiamo la realtà ed impariamo a conoscerci meglio.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...