Cerca nel blog

Aforisma del giorno

LA SINDROME DI PETER PAN (SPP)


"Perché sei scappato", chiede Wendy a Peter. "Perché ho sentito papà e mamma parlare di quello che sarei dovuto diventare quando fossi stato uomo". 

Questa frase la dice lunga sulla disposizione mentale di chi soffre della Sindrome di Peter Pan, ma torniamo un po' indietro nel tempo.

Nel 1983 Dan Kiley pubblicò un libro che lo rese popolare: The Peter Pan Syndrome (Gli uomini che hanno paura di crescere, in italiano).  

Questa pubblicazione ha aiutato diverse persone a capire questo disagio emotivo e probabilmente uno dei fattori che hanno permesso la nascita di questa sindrome è il permissivismo dei genitori, il quale non ha fornito dei parametri per confrontarsi con la realtà con le sue regole e punti fermi. 

Chi soffre della SPP infatti è adulto ma emotivamente bambino, non riuscendo a prendersi le proprie responsabilità o rifuggendole. Si nota quindi l'immaturità, l'incapacità di amare in maniera matura, il narcisismo.

Il narcisismo pone delle distanze fra noi e gli altri causandone sospetti e diffidenza, a sua volta nato probabilmente da una mancata correzione (disciplina) durante l'infanzia e da mancanza di attenzioni. In questo modo viene a cadere un modello a cui riferirsi, ecco perché il narcisista tende ad esaltare la propria figura (per contrasto alla sua fragilità e ai suoi sentimenti di bassa autostima).

Chi ha la SPP (se uomo, nella maggioranza dei casi) ricerca l'amore materno in una donna, ma non avendolo mai conosciuto a motivo di mancate attenzioni (come dicevo prima) quando si rapporta ad una donna si sente turbato perché non trova tale tipo di amore ma un altro che non neppure conosce.

Per poter guarire la strada non è facile:
  • Occorre avere la consapevolezza di avere questa malattia e desiderarne uscire;
  • Bisogna avere anche la consapevolezza dei propri sentimenti ed emozioni poco per volta;
  • E' necessario un aiuto pratico da un bravo psicoterapeuta;
Chi soffre di SPP ha bisogno di essere rassicurato perché il turbamento che prova, nato dal 'blocco' emotivo nell'infanzia, può portare alla depressione.

Qual è la tua esperienza in merito? Sei riuscito a superare la SPP? Ne soffri ancora? Commenta pure perché puoi essere d'aiuto!
Scarica Gratis
"Un aiuto per combattere
depressione e ansia"

Clicca qui!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...